A piedi nudi: la trilogia

€35.00

I tre volumi che compongono la trilogia di Gisèle, dalla penna di Claudio Secci

A PIEDI NUDI
Gisèle è un vortice che attrae tutte le difficoltà che una ragazza orfana e di limitata cultura può incontrare. Il racconto vede in questa ragazza di quattordici anni una donna cresciuta troppo in fretta. Gisèle non deve solo pagare il prezzo di essere sola ed abbandonata, schivando pericoli e difficoltà che le stanno attorno, ma anche quello di essere particolarmente curiosa e abile nel risolvere enigmi e dare risposte a misteri che la riguardano da vicino. La spensieratezza e la genuinità di un'anima che si è fatta letteralmente le ossa da sola, dopo la perdita del padre, si mescolano a un discontinuo bagaglio di conoscenze, consapevolezze, paure. Gisèle è tenace e molto astuta, tanto da riuscire a colmare più di una volta le sue lacune culturali e la sua selvaggia esperienza accumulata durante lo stato di abbandono. Ruota tutto attorno a un unico punto fermo: la voglia di ribellarsi al mondo per tutte le crudeltà vissute dalla nascita. Una storia che racchiude tutti i quotidiani disagi esistenziali che una ragazza di cruda bellezza, a cavallo della sua adolescenza, assorbe in scenari diversi.


OCCHI LUCIDI
Gisèle ha diciassette anni, è una ragazza particolarmente disagiata cresciuta fra atroci sofferenze. Ragazza ineducata, schiva, taciturna ma irrealmente bella. Proprio la sua bellezza la espone spesso a gelosie da parte di alcune coetanee e a tentativi di abuso da uomini spietati. Si contrappongono continuamente le sue lacune di conoscenza su alcune tematiche e la sua precoce maturità, portando a suo favore situazioni di apparente svantaggio. Non teme nulla, nemmeno la morte. Trasuda voglia di libertà assoluta, tanto ribelle da obbedire solo alla sua madre adottiva, Josephine, alla quale sente di volere un bene sincero. Gisèle ci dimostra come un sentimento positivo sia sempre curativo. Sa come aprire il suo cuore, sebbene in rare occasioni, e portare a casa l'affetto di chi si sforza di comprenderla. Le delusioni e le ferite spesso ci portano a sentirci un po' come Gisèle. Laddove non sentiamo il bisogno di condividere, di spiegare e giustificarci, desideriamo soltanto correre a piedi nudi sull'erba fresca. Per comprendere meglio questo episodio sarebbe necessario partire dal primo, in cui si narrano le vicende di un'adolescente che ha perso da poco il padre in circostanze misteriose...


DISINCANTO
In questo terzo episodio Gisèle deve subito far fronte a una tragedia che rivoluzionerà la sua esistenza. Diventata la nuova proprietaria della struttura, si aprono per lei nuovi scenari e tante nuove sorprese da gestire, totalmente estranee alla sua quotidianità. Una nuova direttrice cerca in tutti i modi di prendere possesso della maison con un mistero da risolvere: perché tanta insistenza per prendere in gestione una casa famiglia di soli dieci bambini? Ritroverete Marc, maturo e innamorato, Philippe, un saggio e affidabile amico e le solite ficcanaso, ma innocue, Amandine e Annabelle, le cameriere della struttura. Riuscirà Gisèle a difendere i bambini dalle grinfie di Galina, la pretendente direttrice, e a scoprire il mistero celato nelle cantine della villa?